+39 0422 722127 info@geoservizi2.it

Geotermia

Home/Geotermia

Le sonde geotermiche

Le sonde geotermiche verticali sono scambiatori di calore realizzati entro perforazioni nel terreno, completate con l’inserimento di tubazioni in polietilene PE100 o PeXA; i perfori dopo l’installazione della sonda vengono adeguatamente sigillati con betoncino ad elevata conducibilità (tipicamente 2 W/ mK).

Le sonde geotermiche maggiormente diffuse sono generalmente due due tipi:
Singolo U, con diametro di 40 mm, in polietilene PE100 PN 16
Doppio U, con diametro di 32 mm in polietilene PE100 o Pe-XA (reticolato)

Le sonde a doppio U sono costituite da due condotti in polietilene PE100 PN 16 o Pe-XA, con diametro di 32 mm. Rispetto alle sonde a singola U presentano un coefficiente di scambio più elevato.

Le sonde coassiali sono costituite da una tubazione esterna in acciaio inox AISI 316 L e da una tubazione interna in polietilene PE 100. Le loro caratteristiche principali sono la robustezza meccanica, una resistenza termica molto ridotta, limitate perdite di carico in funzione della elevata sezione idraulica e consentono un rendimento più elevato delle sonde tradizionali del 30% circa, a fronte di un costo sensibilmente maggiore.

Per il collaudo delle sonde geotermiche e lo studio dello scambio termico Geoservizi22 esegue i collaudi per il flusso e per la tenuta in pressione secondo la norma DIN V 4279-7 e il test di resa termica T.R.T. (Thermal Response Test) secondo la procedura raccomandata da ASHRAE.

Resta in contatto